2010/09/23

Il nuovo Twitter: cosa è e cosa non è

E' arrivato il nuovo Twitter. Finalmente ce l'ho pure io. L'ho provato per un po', ed ecco qualche considerazione.
  • Il nuovo Twitter è un evidente contrattacco alle (e rivincita nei confronti delle) numerose applicazioni desktop, che ormai integravano molte più opzioni dell'interfaccia web.
  • Aldilà della volontà espressa - diventare una risorsa di notizie - Twitter tenta di aggiungere spazi monetizzabili, limitando "l'effetto ponte". In effetti il problema di Twitter è legato al fatto che gli utenti lo utilizzano per lo più per cliccare sulle URL abbreviate. In pratica Twitter si riduce ad un centro di smistamento sociale per link. Con la nuova interfaccia questo land&click diminuisce (anche se non di molto), consentendo all'utente di restare sul sito per più tempo.
  • La cosiddetta facebookizzazione è inevitabile nella prospettiva di monetizzazione; trattenere gli utenti sul proprio sito è uno dei metodi per farlo. L'altro sarebbe stato replicare le infrastrutture di Google (Adwords). Ma Twitter è molto meno search, o non lo è abbastanza.
  • Mancano alcune cose come ad esempio il pulsante "nascondi" (per seguire ma non vedere determinati utenti) o la possibiltà di connettersi tramite account multipli.
Un buon inizio ma non sono così entusiasta come lo sono molti altri utenti.
Posta un commento