2010/12/24

Babbo Natale ruba il mercato a Gesù Bambino

Quando ero piccolo a me i regali non li portava Babbo Natale; me li portava Gesù Bambino. Infatti sorgeva spesso il dibattito con i miei coetanei in tenera età e, data la popolarità sempre crescente del Vecchio in Rosso, mi sentivo a volte come si sentirebbe oggi un possessore di un Walkman (quello a cassette) nel discutere con un possessore di iPod.

La realtà è che Gesù, anche se bambino, poco si presta(va) all'esposizione mediatica. Difficile immaginarsi il santo bambino appena nato mentre, riscaldato dal bue e dall'asinello, si disseta con una frizzante Coca Cola.

Oppure a cavallo della stella cometa intento a distribuire regali.

Ed è così che si ripiega su San Nicola, che  viene mediaticamente modificato - più malleabile e adatto allo sfruttamento d'immagine rispetto al Figlio di Dio - ed utilizzato come testimonial per il Natale, perdendo del tutto la sacralità del "santo" e assumendo quella del "babbo" regaloso.

Perchè, in fondo, anche se Gesù Bambino poteva in qualche modo conciliare il sacro (il Natale Religioso) con quello profano (il consumismo dei regali)... beh.. non era abbastanza.

Invece Babbo Natale ha conquistato la maggior parte delle quote di mercato, diventando sì il simbolo del Natale moderno, ma anche il più forte simbolo del Natale consumistico, e relegando il bimbo nella sola mangiatoia del presepe.

E magari un giorno farà anch'esso parte della combriccola del presepe... magari al posto del bue :-)

Un ogni caso, Buon Natale a tutti (anche a chi crede in Santa Lucia) !

Posta un commento