2011/03/31

Android chiude la sua apertura?

E' notizia di oggi che Google avrebbe cambiato posizione: nessuno fa più quello che vuole con Android; ogni modifica di Android, prima di essere commercializzata e distribuita, dovrà essere approvata da Andy Rubin in persona.

La versione ufficiale parla di "contrastare la frammentazione", quando fino a qualche mese fa si è sempre percorsa la linea de "la frammentazione? la frammentazione non è un un problema. La frammentazione non esiste! esiste sono nelle vostre menti bacate ecc ecc".

Ecco invece la reazione di John Gruber, noto Apple fanboy ma comunque attento osservatore:
Android è stato "aperto" solo fino a quando è diventato popolare e i produttori sono divenuti dipendenti da esso. Ora che Google tiene i produttori di cellulari per le palle, Android non è più aperto e Google inizia ad affermare il suo controllo. [...] Andy Rubin, Vic Gundotra, Eric Schmidt: tutti bugiardi, ipocriti senza vergogna.
Effettivamente Gruber non ha tutti i torti, soprattutto dopo che Rubin & Co. ce l'hanno menata per mesi su quanto è figo Android perché "open", con tanto di definizione.
Vedremo come si evolveranno le cose; non vorrei mai alla fine dover dare ragione a Steve Jobs.
Posta un commento