2011/03/31

Si telefonava meglio quando si telefonava peggio

Non sono affatto un nostalgico, ma oggi lo sono stato per almeno una giornata. Il mio fetido Nexus S mi ha abbandonato più volte, colpa del baco che lo fa riavviare nel bel mezzo di una telefonata.
Nell'attesa di aggiornarlo manualmente ho optato per altro.

- Per inciso, è vergognoso che Google e Samsung non abbiano rilasciato un aggiornamento over the air per TUTTI nello stesso momento, con in giro un bug così grave -

Preso da necessità, ho infilato la mia SIM in un Nokia 1650. Cellulare da 30, massimo 40 euro. Per un attimo mi è sembrato il paradiso. Accensione in 4 secondi (contro i circa 25 del Nexus S); ricezione del segnale assoluta, qualità delle telefonate come non ne sentivo da anni.

Insomma, per un momento mi sono reso conto di come le cose a volte si complichino a dismisura e non si riesca più a fare in maniera decente quello che fino a pochi anni prima si faceva in maniera eccezionale. Basti pensare ai continui bug della sveglia su iPhone, telefono da 700 euro, che avrà pure un accelerometro, un giroscopio e un salcazzometro, ma se sbagli a mettere la mano non riceve più il segnale.

Sì è vero una volta i telefoni non navigavano, non avevano le email, non avevano le app e bla bla bla bla... facevano due cose in croce.
Però, cribbio, quelle due cose le facevano come Dio comanda.
Posta un commento