2011/05/17

Google Docs non aiuterà la diffusione di Chrome OS

Michael Mace su Google Docs:
Come un sostituto di Microsoft Office, Google Docs fa schifo. Il word processor è adeguato, ma limitato, il foglio di calcolo è rudimentale, e il programma di presentazione è così scomodo e poco flessibile che mi fa venir voglia di lanciare qualcosa. In termini di usabilità e funzionalità, Google Docs è paragonabile al software per Macintosh nel 1987.
Purtroppo Mace ha ragione. Nonostante Google Docs abbia dalla sua delle interessanti funzionalità collaborative, di per se i programmi office sono ancora troppo limitati se confrontati con Office.

Prosegue:
E' fantastico per l'editing collaborativo; l'utilizzo di Google Docs, più una sessione di Skype, può essere favoloso per il brainstorming o il lavoro su differenti obiettivi d'azione. Ma come sostituzione per Office, le applicazioni sono talmente limitate che usarle è come guardare un film di Jerry Lewis: continuerete a chiedervi: "Perché succede questa cosa"?
Google Docs è il nodo gordiano di Chrome OS. Quando sarà un valido sostituto di Office, allora sì che Chrome OS potrà rappresentare un'alternativa universale ad un computer tradizionale, soprattutto in ambito business.
Posta un commento