2011/08/31

Perchè i tablet non sono inutili

Fino dal lancio dell’iPad ho sempre sostenuto che i tablet fossero aggeggi inutili.
A meno che non si viaggi di continuo e serva un gadget comodo e funzionale, perché mai si dovrebbe acquistare un tablet? Sono meno performanti di un computer, con cui puoi fare mille e più cose, e sono più scomodi ed ingombranti di uno smartphone, con il quale si possono fare più o meno le stesse cose anche se su uno schermo meno ampio.

Be’ mi sbagliavo. La realtà è che la maggior parte degli utenti medi non se ne fa nulla delle millemila funzioni del computer. Per alcuni si riduce al browser; per altri si riduce addirittura al solo Facebook. Prendo la mia famiglia: mamma e papà posseggono un iMac. Lo usano solo per navigare ogni tanto e raramente per stampare. Del resto non se ne fanno nulla.

Per questo motivo i tablet hanno avuto successo e probabilmente ne avranno ancora. Perché soddisfano tutte le (poche) esigenze dell’utente medio, sono più comodi e trasportabili di un computer. Il segreto del  successo dell’iPad è stato proprio questo: Apple ha creato un dispositivo più limitato di un computer, più chiuso, ma capace di soddisfare comodamente tutte le esigenze dell’utente medio, anche più efficacemente di un computer.

I computer potrebbero piano piano ritornare ad essere quello che  erano molti anni fa, cioè macchine prettamente professionali.
Posta un commento