2011/10/07

Il mio morso alla Mela

Non sono un utente Mac di lunga data. Ho conosciuto la Mela molto tardi, nel 2005 grazie al mio (ex) glorioso iMac G5. Nonostante sia arrivato tardi, mi sono subito appassionato ai prodotti della Mela, semplicemente perché mi trovavo bene.

Allo stesso modo fui subito affascinato da Steve Jobs, dalla sua personalità, dai suoi keynote, che per qualche anno ho atteso e seguito appassionatamente. Sul palco Jobs era unico, un vero comunicatore, capace di trasmettere passione, senza però mai andare sopra le righe. Essenziale, ironico, preciso, passionale, emozionale, mai noioso.

Con il passare del tempo mi sono un po' più allontanato da Apple, per via della sua filosofia ormai tendente alla chiusura, al giardino recintato che contraddistingue iOS e che sta piano piano entrando anche su Mac OS X.

I keynote di Steve però erano pur sempre un evento. Per me il migliore resta la storica presentazione nel 2007 dell'iPhone, il telefono che - nel bene e nel male - ha rivoluzionato il mercato e rappresenta forse il più prodotto di maggior successo commerciale della Mela.

Steve era ancora in gran forma e assistere a quel keynote è ancora un piacere, seppur ormai intriso di malinconia.