2013/04/25

Carosello Reloaded: ecco come l’Italia guarda avanti





Il prossimo 6 maggio partirà su Rai 1 Carosello Reloaded, trasmissione che si prefigge di scimmiottare l’originale Carosello, trasmesso dal 1957 al 1977, con qualche variazione moderna.
Iniziativa puramente commerciale, che cerca di strizzare l’occhio ad una forma di infotainment e su cui i punti interrogativi al momento si sprecano, la rinascita di un format vecchio di più di 50 anni è ancora una volta il simbolo dell’incapacità del nostro Paese nel guardare avanti.

Poco conta la volontà di allargare gli orizzonti comunicativi coinvolgendo anche Internet e la rete: si tratta sempre della solita minestra, che si decide di riscaldare dopo 36 anni di raffreddamento e che trasforma un millantato tentativo di apertura verso l’avanguardia in un fragoroso e rovinoso balzo verso un passato morto e sepolto.

Carosello fu a suo modo innovativo. Nel 1957. Ma oggi? oltre a motivazioni nostalgiche, c’è davvero bisogno di resuscitare un format pubblicitario che, a ragione, fu chiuso nel 1977? L’inventiva e l’immaginazione odierna sono rimaste imbalsamante per gli ultimi 30 anni?

Quando progettare il futuro significa guardare al passato, non c’è più spazio per il progresso.


Posta un commento