2014/05/03

True Detective ed un Matthew Mcconaughey sorprendente

Orfano di Breaking Bad, ecco che mi butto su True Detective, nuovo fenomeno TV degli USA nell'ultima stagione. E a ragione. La serie, per ora solo una stagione, è un serrato poliziesco con protagonisti due "detective" alle prese con il solito serial killer. Trama non originale ma esecuzione magistrale, soprattutto grazie a Woody Harrelsson e Matthew Mcconaughey, capaci di dar vita a due personaggi tondi e caratterizzati come non se ne vedevano da anni.

In particolare Matthew Mcconaughey è protagonista di una prova fenomenale che mi ha fatto rivalutare l'attore e che mi ha sorpreso episodio dopo episodio. Sì, insomma, fino ad oggi mi ricordavo Mcconaughey in filmetti del cazzo, con titoli tipo Se mi lasci ti scoreggio o robetta di questo genere, commediucole trascurabili o peggio ancora patinate pubblicità di profumi.

Ammetto di non aver visto altri titoli più impegnati, come Mud, Killer Joe o l'ultimo Dallas Buyers Club; quindi la visione di True Detective e di un Mcconaughey che tira fuori finalmente le palle e il talento mi ha fatto sobbalzare sulla sedia: il suo Rust Cohle è uno dei personaggi più trascinanti degli ultimi anni. Chapeau.


Posta un commento